L’indice di Venere. Storia di un’indecenza femminile. Ipertesto

a cura di Fabiana Castellino © Marco Wiatrowski Malavolti La forma del desiderio “Quando andò a farle visita in camerino, la ballerina si stava vestendo in mezzo a una profusione di fiori e, per la gioia degli ammiratori che le sedevano intorno, si stava imbellettando il sesso con il rossetto, senza permettere a nessuno di […]

Insopportabilmente bianco. Scrivere attorno all’incompiuto. Ipertesto

A cura di Aurora Dell’Oro Translated by Elisa Bonfanti [ITA] [ENG] Amnesia in litteris  La domanda a cui lo scrittore cerca di rispondere, quale libro ti ha cambiato la vita?, presuppone da parte dello scrittore medesimo perfetta contezza delle sue effettive letture, giacché non sarebbe possibile fornire un giudizio così tranchant senza considerare tutti gli […]

Indagini intono all’assente. I molti volti dell’indicibile

A cura di Aurora Dell’Oro [ITA] [ENG] Cosa succede quando colui del quale si vuole scrivere è assente? E non lo è accidentalmente, ma ontologicamente? La scrittura ruota attorno al vuoto. Si muove lungo l’orizzonte degli eventi e diventa un gioco all’equilibrio. Si sta all’interno di uno spazio che è puramente congetturale eppure desideriamo che […]

Impossibile da muovere. Le (im)possibilità del linguaggio tra verità e menzogna. Ipertesto

A cura di Aurora Dell’Oro [ITA] [ENG] La ‘mirabile visione’ della lingua  Apparve vestita di nobilissimo colore, umile e onesto, sanguigno, cinta e ornata a la guisa che a la sua giovanissima etade si convenia. In quello punto dico veracemente che lo spirito de la vita, lo quale dimora ne la secretissima camera de lo […]

Impossibile da muovere. Le (im)possibilità del linguaggio tra verità e menzogna

di Alexandrina Scoferta [ITA] [ENG] sono impossibile da muovere. senza niente al mio interno quindi impossibile da muovere con la forza di un uomo solo. come un enorme mobile da salotto. come qualsiasi cosa che per sé stessa non vale niente. ma parlo. parlo finché mi scoppia la pelle delle guance. non mi fermo mai. […]