Impronte

Impronte è lo spazio che In allarmata radura dedica ai suoi artisti visuali.

Raccoglie interviste, testi critici e prosa poetica in un dialogo che ribalta in maniera esplicita il rapporto immagine-testo.

In linea con la natura ibrida della rivista, ci contaminiamo, trovando ogni volta forme nuove per parlare di arte e di chi la fa. Non pretendiamo di fornire una mappa, tantomeno etichette: seguiamo solo l’istinto. 

Impronte è un passaggio veloce, animale; il selvatico che irrompe in Radura.

Orma come perturbazione d’onda: lasciamo che la superficie dell’acqua si raccolga nello sguardo, e nello sguardo si fermi.

Il mondo deve giocare, dunque cambiare.

La stanza di Tito

Non permettere alla vita di lasciare traccia. Francesco Levi e l’arte di scomparire