Come si realizza un reportage fotografico. Un piccolo vademecum

a cura di Livia Del Gaudio © Pierclaudio Duranti Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene. ANSEL ADAMS Questo breve vademecum non si propone né di essere esaustivo, né di essere tecnico. Parte dall’idea che, se la fotografia è un linguaggio, allora chi si […]

Perdersi. Un viaggio tra fotografia e parola

Testi di Fabiana Castellino e Livia Del Gaudio | Fotografie di Pierclaudio Duranti e Aldo Feroce © Aldo Feroce Il progetto di Impronte di In allarmata radura, “Perdersi. Un viaggio tra fotografia e parole”, è composto dai seguenti testi: Un reportage narrativo: “Nessuno vuole essere davvero lontano (del perdersi attraversando Roma)” di Fabiana Castellino Un […]

Il tiro di dadi. La fotografia di paesaggio nell’area mineraria di Kozani di Pierclaudio Duranti e nel Corviale di Aldo Feroce (passando per Andrej Tarkovskij, Ansel Adams, Gabriele Basilico e molti altri; ovvero dell’utilità del perdersi)

testo di Livia Del Gaudio | fotografie di Aldo Feroce e Pierclaudio Duranti Da sinistra a destra: © Aldo Feroce; © Pierclaudio Duranti La Zona non simboleggia niente, non più di qualsiasi altra cosa nei miei film: la Zona è la zona, è la vita, e mentre la attraversa un uomo può crollare o può […]

La lingua dell’inciampo: l’immaginario fotografico di Luigi Loretoni

di Livia Del Gaudio [ITA] [ENG] Nel 1929, con il titolo Antlitz der Zeit (Volto del tempo), viene pubblicato da August Sander il primo di quarantacinque album di dodici fotografie ciascuno. L’idea del fotografo è quella di realizzare un catalogo della società contemporanea attraverso una serie di ritratti/archetipi suddivisi per tipi: il contadino, l’operaio, la […]

Chi può guardarmi? Lo sguardo e la ferita nel corpo fotografico

di Livia Del Gaudio Ad Antonio: che mi vede, che io vedo. “[…] non potevo unirmi alla schiera di quanti (i più) parlano della Foto-secondo-il-Fotografo. Io avevo a mia disposizione solo due esperienze: quella del soggetto guardato e quella del soggetto guardante”. ROLAND BARTHES, La camera chiara “Sono nati.” “Cosa, scusi?” “Sono nati, i miei […]

The watering place. Scrivere sull’acqua

di Livia Del Gaudio Donna senza limiti, di cui sono interamente bagnato. LOUIS ARAGON Bloomsbury, centro di Londra. Due donne sono sedute accanto al camino. La stanza è un salotto borghese degli anni Trenta: tappeti persiani, libri, un vaso di camelie. Siamo in inverno. È il crepuscolo; fuori, sulla città, la luce diventa grigia, vira […]

Tra progetto e materia. “Nina sull’argine” di Veronica Galletta

Livia Del Gaudio Nina sull’argine è il secondo romanzo di Veronica Galletta, vincitrice nel 2020 del Premio Campiello Opera Prima con Le isole di Norman. L’esperienza professionale dell’autrice, che per anni ha lavorato come ingegnera idraulica, è la solida base da cui si sviluppa la storia di Caterina, giovane progettista – giovane per gli standard […]

Non permettere alla vita di lasciare tracce. Francesco Levi e l’arte di scomparire

Testo e fotografie di Livia Del Gaudio | Illustrazioni di Francesco Levi L’uomo e la donna attendono sulla spiaggia. Non si toccano. Il cielo è bianco incandescente ma il mare è scuro e l’orizzonte è interrotto da nuvole di schiuma e vapore che dall’acqua risalgono verso l’alto. Qualcosa è stato. O meglio, qualcosa è stato […]

L’arte di annodare e districarsi. “Il libro azzurro” di Pier Paolo Di Mino e Veronica Leffe

Aurora Dell’Oro e Livia Del Gaudio Immagini: 1-2 Il libro azzurro è un libro inesistente. Eppure, viene spesso menzionato ne Lo splendore, un romanzo a cui Pier Paolo Di Mino sta ancora lavorando; eppure, fa parte di un progetto che viaggia attraverso il web (https://www.libroazzurro.it/), i social media (facebook, instagram). De Il libro azzurro si […]